Iscrizioni Master in Europrogettazione per il Terzo Settore e l’Economia Civile BEEurope. Deadline 22 settembre

Valutazione candidature 22 settembre, fino ad esaurimento posti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
  • L’Europa per la ripartenza e la crescita!  “Master  BEEurope” per la progettazione europea nel Terzo Settore e nell’Economia Civile.
  • Rivolto a laureati e neolaureati, operatori del terzo settore, dell’economia civile, della pubblica amministrazione, liberi professionisti e consulenti.
  • Docenti esperti e professionisti cha lavorano a Bruxelles e nella presentazione e valutazione di progetti UE
  • Valutazione candidature: 22 settembre fino ad esaurimento posti. Ogni candidato sarà contattato per un colloquio conoscitivo.

Prende il via la nuova programmazione UE 2021-2027 che, insieme allo strumento temporaneo del Recovery Plan o Next Generation UE, costituirà il più ingente pacchetto di misure di stimolo mai finanziato in Europa, con un totale di 1.800 miliardi di euro.

L’accesso alle risorse economiche e alle reti di conoscenza europee diventa oggi più che mai una scelta strategica per l’innovazione, lo sviluppo e la riorganizzazione delle cooperative, delle imprese sociali e degli enti del terzo settore duramente colpiti dall’emergenza Covid-19. Per fare ciò sono necessarie figure professionali specializzate in materia di progettazione comunitaria e ricerca di finanziamenti internazionali dedicati al Terzo Settore e all’Economia Civile. Formare queste figure è l’obiettivo del “Master in Europrogettazione” che, nell’ambito del progetto BEEurope promosso da Fondazione Triulza in partnership con Fondazione Cariplo, ha aperto la raccolta di candidature per partecipare.

Il Master si svolgerà online dal 1 ottobre 2021  al 3 dicembre 2021 ed è organizzata da Fondazione Triulza in collaborazione con CSVNet Lombardia, centro servizi del volontariato con cui è nato un’alleanza per l’internazionalizzazione del Terzo Settore, Gruppo Cooperativo CGM, una delle principali reti di cooperative sociali in Italia con provata esperienza nella progettazione europea e DIESIS Network, rete europea con sede a Bruxelles specializzata nel sostegno allo sviluppo dell’economia sociale e delle imprese sociali.

DOCENTI ESPERTI DI PROGETTAZIONE E GESTIONE DI PROGETTI COMUNITARI.
Il team dei docenti è costituito da esperti di progettazione e gestione di progetti comunitari negli ambiti previsti, con esperienze direttamente a Bruxelles ed attivi sui principali network internazionali. I docenti saranno inoltre affiancati da esperti su tematiche di approfondimento trasversali e da testimonial di buone pratiche.
Il Programma Didattico Completo con le date, le tematiche, i moduli formativi e i nomi e qualifica dei docenti sarà disponibile a breve, ma si confermano la maggior parte dei docenti già presenti nel Master 2020, che si è concluso con alta soddisfazione da parte dei partecipanti. Nel Master BEEurope sono stati coinvolti docenti di alto profilo con esperienza internazionale e con competenze teoriche e operative sulla presentazione e/o valutazione di progetti comunitari. Il terzo settore sarà rappresentato da tre testimonianze di prestigio che porteranno ad esempio casi concreti di progettazione europea realizzata dalla propria organizzazione. Gli approfondimenti tecnici saranno realizzati da figure professionali con specifiche competenze sui temi.

APPROFONDIMENTI ED ESERCITAZIONI SUI NUOVI PROGRAMMI UE 21-27: Creative Europe, Erasmus Plus, Horizon, Life e Mercato unico.
Il programma formativo si svolgerà in modalità online e prevede due moduli: un modulo “classroom” di 60 ore su tecniche di scrittura/rendicontazione progetti e sui contenuti della nuova programmazione 2021-2027, integrati con talk di esperti su temi trasversali (new green deal, economia sociale e impatto, digitalizzazione …) e testimonianze di buone pratiche da parte dei protagonisti di progetti europei. La lingua è prevalentemente italiana con qualche possibile contributo in inglese. Il secondo modulo “exercises” è costituito da esercitazioni di 24 ore in team con simulazione di scrittura di progetti e con l’accompagnamento di tutor specializzati in presenza (presso la Social Innovation Academy di Fondazione Triulza, nell’area MIND – Milano Innovation District), o a distanza a seconda delle esigenze dei singoli partecipanti e delle eventuali restrizioni di sicurezza.
Vi sarà la possibilità di svolgere, su base facoltativa, un’esperienza presso Enti del Terzo Settore (ETS) e cooperative in base alla disponibilità di questi ultimi di mettere in campo quanto appreso.

POSTI LIMIATI. INVIO DELLE CANDIDATURE DA LUGLIO.
Fondazione Triulza è attiva da diversi anni nel promuovere l’internazionalizzazione e l’accesso ai finanziamenti europei delle organizzazioni del Terzo Settore e dell’Economia Civile. In questa fase storica è ancora più importante che organizzazioni non profit e al mondo della cooperazione si attrezzino per poter recuperare risorse europee per lavorare su innovazione sociale, servizi alle persone, sostenibilità ambientale, in un contesto di grande cambiamento. Sostenibilità ambientale e innovazione sociale sono al centro dei nuovi Programma di finanziamenti dell’UE 2021-2027.
Gli interessati – enti e operatori del terzo settore, cooperative, imprese sociali, professionisti, neo laureati, organizzazioni ed enti locali– possono già inviare le proprie candidature che saranno valutate, fino ad esaurimento posti, in tre diversi momenti dagli organizzatori: 15 luglio, 24 agosto e 22 settembre. I candidati dovranno inviare il proprio CV a: segreteria@fondazionetriulza.org, e saranno contattati per un colloquio conoscitivo.

DESTINATARI DEL MASTER. 

  • Enti del terzo settore, enti pubblici o privati, cooperative e imprese sociali  interessati a far acquisire alle proprie risorse, competenze in europrogettazione al fine di avviare o rendere più efficace la propria azione nell’ambito dei programmi europei.
  • Neo laureati e Laureati interessati ad acquisire competenze in europrogettazione, direttamente spendibili nel mercato del lavoro.
  • Giovani professionisti, intenzionati ad operare nel campo della consulenza per l’europrogettazione a favore di organizzazioni della società civile.
  • Operatori in possesso di laurea triennale o specialistica, già inseriti nel mondo del lavoro, che vogliano migliorare le proprie competenze.

SBOCCHI PROFESSIONALI.
Al termine del percorso i partecipanti saranno in grado di seguire l’intero processo di ideazione, sviluppo, predisposizione candidatura e gestione di progetti internazionali. Potranno trovare sbocchi professionali: nell’ambito della consulenza e dell’autoimprenditorialità; all’interno di realtà del Terzo Settore e dell’economia civile.

La direzione del master è di Fondazione Triulza, affiancata per il coordinamento didattico dal Gruppo Cooperativo CGM, Milano.
Il team dei docenti individuato in collaborazione con DIESIS Network è costituito da esperti senior di progettazione e gestione di progetti comunitari e di programmazione europea, nella maggior parte dei casi con esperienze dirette a Bruxelles. Importante anche collaborazione di CSVNet Lombardia, centro servizi del volontariato con cui è nato un’alleanza per l’internazionalizzazione.

Il “Master in Europrogettazione per il Terzo Settore BEEurope” è una delle azioni del progetto “BEEurope. Bet on European Energies” promosso da Fondazione Triulza in partnership con Fondazione Cariplo per favorire l’internazionalizzazione del Terzo Settore, attraverso l’accesso a reti e finanziamenti europei. Il progetto prevede un percorso di capacity building per rafforzare le competenze e il ruolo delle organizzazioni del Terzo Settore anche attraverso la partecipazione alle principali call europee e internazionali. Insieme al Master in Europrogettazione, Fondazione Triulza ha attivato in questi anni cicli di Laboratori formativi su specifici Programmi dell’UE e una servizio di accompagnamento all’europrogettazione (per seguire le organizzazioni in tutte le fasi dell’europrogettazione, dalla individuazione dei partner nazionali e internazionali, alla scrittura, alla presentazione del progetto, fino alla gestione dei progetti finanziati).

Per informazioni sul master potete contattare: Alessandra Mambriani – Responsabile marketing Fondazione Triulza: marketing@fondazionetriulza.org – Tel. 3398409667

Download:

I NUOVI PROGRAMMI UE 2021 – 2027 CHE SARANNO APPROFONDITI NEL MASTER

Erasmus+2021-2027: con 26 miliardi di budget, un programma più inclusivo, digitale e green. La Commissione europea ha pubblicato il tanto atteso primo bando 2021 del nuovo programma Erasmus Plus 2021-2027 che sostiene progetti e iniziative nei settori dell’istruzione, formazione, gioventù e sport, nonché il programma di lavoro annuale e la nuova Guida al programma.  Possono partecipare organismi pubblici o privati, attivi nei settori dell’istruzione, formazione, gioventù e sport. I gruppi di giovani che operano nell’animazione socioeducativa, ma non necessariamente in un’organizzazione giovanile, possono presentare domanda per la mobilità ai fini dell’apprendimento dei giovani e degli animatori giovanili e per i partenariati strategici nel settore della gioventù. Alcune azioni del programma sono inoltre aperte alle organizzazioni dei paesi terzi non associati al programma. Il budget complessivo del primo anno ammonta a 2.453.500.000 euro, così ripartiti tra i diversi settori: Istruzione e formazione: 2.153.100.000 euro; Gioventù: 244.700.000 euro; Sport: 41.700.000 euro; Jean Monnet: 14.000.000 euro.

Europa Creativa 2021-2027 beneficerà di un aumento di risorse per il sostegno dei settori culturali e creativi e delle opere audiovisive europee. La Commissione ha proposto, infatti, di mettere a disposizione 1,85 miliardi di euro (400 milioni di euro in più rispetto al precedente).  Europa Creativa 2021-2027 e le nuove sfide. Per far fronte alle sfide del futuro, il nuovo programma prevede la promozione della cooperazione europea in materia di diversità culturale e linguistica e il rafforzamento della competitività dei settori culturali e creativi con particolare attenzione a quello audiovisivo. Il programma è articolato in tre sezioni che prevedono investimenti per diversi tipi di progetto: Sezione Cultura: 609 milioni di euro (Reti e piattaforme di cooperazione, Mobilità degli artisti, Musica, Libri ed editoria, Architettura e patrimonio culturale, Design, moda e turismo culturali, Iniziative speciali, come le capitali europee della cultura o il marchio del patrimonio europeo).  Sezione Media: 1,081 miliardi di euro (Sviluppo, distribuzione e promozione di film, programmi televisivi e videogiochi europei, Collaborazione creativa transfrontaliera, Formazione di qualità per produttori, registi e sceneggiatori, Trasformazione digitale dell’industria audiovisiva, Sostegno alle reti di festival del cinema e alle reti di sale che proiettano film europei rivolti a nuove fasce di pubblico). Sezione Transettoriale: 160 milioni di euro (Sviluppo di politiche e raccolta di dati sulle attività transettoriali, Scambio internazionale di esperienze e know-how, attività di apprendimento tra pari e creazione di reti, Laboratori creativi e innovativi, Sostegno all’inclusione sociale attraverso la cultura,  Sostegno al pluralismo dei media, al giornalismo di qualità e all’alfabetizzazione mediatica)

Programma LIFE per la salvaguardia dell’ambiente e del clima: il budget del programma è pari a 5,4 miliardi di euro e ha l’obiettivo generale di contribuire al passaggio a un’economia sostenibile, circolare, efficiente in termini di energia, basata sulle energie rinnovabili, climaticamente neutra e resiliente ai cambiamenti climatici. Il programma LIFE è così strutturato:

  • Settore Ambiente (3,5 miliardi), che include i sottoprogrammi Natura e biodiversità; Economia circolare e qualità della vita.
  • Settore Azione per il clima (1,94 miliardi), che include i sottoprogramma Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici; Transizione all’energia pulita.

Horizon Europe (HEU) è il nuovo Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l’Innovazione per il periodo 2021-2027. Con un budget di 95,5 miliardi di euro è il più ambizioso programma di ricerca e innovazione europeo di sempre. L’obiettivo generale di Horizon Europe è ottenere un impatto scientifico, tecnologico, economico e sociale dagli investimenti dell’UE in ricerca e innovazione, in modo da:

  • rafforzare le basi scientifiche e tecnologiche dell’Unione e promuovere la sua competitività in tutti gli Stati membri;
  • attuare le priorità strategiche dell’Unione e concorrere alla realizzazione delle politiche europee, contribuendo a fronteggiare le sfide globali del nostro tempo, enunciate dagli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dall’Accordo di Parigi sul clima; r
  • afforzare lo Spazio europeo della ricerca.

Horizon Europe è strutturato in tre pilastri (Excellent Science, Global Challenges and European Industrial Competitiveness, Innovative Europe) e cinque aree di missione (Cancro; Adattamento al cambiamento climatico, compresa la trasformazione della società: Oceani, mari, acque costiere e interne sani; Città climaticamente neutre e intelligenti; Cibo e terreni sani)

Nuovo programma per il Mercato Unico: il Programma UE Single Market per il periodo 2021-2027 ha un budget di 4,2 miliardi di euro e aiuterà imprese e cittadini a trarre il massimo dall’integrazione del mercato unico. Ha l’obiettivo di proteggere i consumatori europei e consentire a molte piccole e medie imprese (PMI) di trarre pieno vantaggio da un mercato unico ben funzionante. Il nuovo programma per il Mercato Unico andrà a sostituire nel settennato 2021-2027, le attività che finora sono state finanziate a titolo di sei programmi diversi, incluso COSME.

DOCUMENTI